800 638331
Condividi su
Ultima modifica lunedì 22 luglio 2019 12:36

Come le Unified Communications aiutano a sviluppare il tuo personal brand

Lo sviluppo del personal brand sta diventando molto importante per le imprese.

Nel mercato attuale, le relazioni stanno diventando sempre più decisive, molto più della qualità dei prodotti.

La nostra azienda, ne è un esempio. Quando un cliente acquista i nostri servizi di comunicazione unificata, non compra hardware, ma un team di persone dedicate al supporto della sua attività (con risultati evidenti).

Un modo per costruire della relazioni di fiducia è la creazione del personal brand. Si parla di personal brand quando gli imprenditori (tendenzialmente digitali) mettono la faccia nelle moderne piattaforme per comunicare con il proprio target.

Per raggiungere questo risultato ci sono diverse strategie: pubblicazione di libri, comunicazione via social, ecc.

Le Unified Communications possono essere molto importanti per sviluppare una comunicazione video su piattaforme decisive per lo sviluppo del personal brand: Facebook e Youtube.

Grazie ai nostri servizi è possibile creare delle dirette streaming in onda simultaneamente in entrambe le piattaforme.

Una delle strategie principali di chi fa perosnal brand è utilizzare le sponsorizzate facebook per attrarre pubblico in target e contemporaneamente utilizzare youtube per la ricerca organica.

Con la diffusione del live streaming è possibile risparmiare sui tempi di editing e costruire una relazione basata sulla spontaneità. Non a caso il live streaming sta diventando un'ulteriore evoluzione del personal branding, utilizzato con grande spregiudicatezza da diversi marketers.

Le Unified Communications sono un supporto decisivo per lo sviluppo del personal brand. Potrai mediante un'unica piattaforma andare live su facebook e youtube contemporaneamente gestendo la tua community su più piattaforme grazie ad una sola interfaccia.

Per saperne di più, chiamaci per una consulenza gratuita.

Chiamaci al numero 800 638331 Scrivici Stampa la paginaStampa la pagina